Cine-drive in a Caracalla e nelle aree verdi pregiate? No grazie. Si utilizzi invece il drive-in di Casalpalocco

Comunicato stampa

Roma, 20/04/2020

Alcune proposte del Comitato Roma 150 per il dopo-Coronavirus per le sale della Capitale: Dal “multisala” alla “Sala-multi”.

Leggiamo con interesse non privo di un fondo di preoccupazione di rispettabili associazioni di categoria, circa proposte per paventati allestimenti di “Drive In” cinematografici, all’aperto, negli spazi verdi e nei luoghi storici della Capitale. Tutti da raggiungere, rigorosamente in automobile, per le esigenze dell’individuo socialmente “distanziato” e fisicamente recluso nella tradizionale lamiera fornita di motore a scoppio. La nuova socialità Covid-2019 somiglia tanto ad una antica socialità che credevamo superata. Le preoccupazioni si riferiscono ad alcuni luoghi di particolare pregio storico ed ambientale che apprendiamo essere entrati nel paniere delle proposte. Uno su tutti le terme di Caracalla e relative aree, già fortunatamente scampate alla realizzazione di un McDrive, l’anno scorso, dopo appelli e battaglie di numerose associazioni tra le quali il Comitato Roma 150.
Vorremmo piuttosto suggerire la valorizzazione e rifunzionalizzazione dello storico Drive-in di Casalpalocco, con lo schermo più grande d’Europa progettato dal grande architetto Pier Luigi Nervi, restaurato, in un’area perfettamente adatta per ospitare “le carrozze” di chi vorrà sfidare il coronavirus. In questo senso ricordiamo il meritorio lavoro svolto nel 2015 dall’associazione “Cinema America”. Ma altre aree libere, in periferia o all’estrema periferia (perciò facilmente raggiungibili in auto) potrebbero ben essere utilizzate o aperte per questo tipo di fruizione. Nell’incerto futuro dell’Area di Tor di Valle, ad esempio?
Il Comitato è particolarmente vicino alle esigenze delle Sale cinema storiche e meno storiche. In questo senso, auspichiamo per il dopo-Covid l’abbandono delle soluzioni multi-Sala per un ripristino, anche architettonico, della grande sala (Cinema Adriano de te fabula narratur ) nel frattempo trasformata in Sala-multi: una sala multi-funzionale (teatro-musica-concerti-convegnistica), uno hub culturale dove persino rinnovati impianti audio possano trasformarla in show room, pubblica sala d’ascolto per l’alta fedeltà o per vivere l’esperienza video-musicale di produzioni a prezzi assai più popolari rispetto ai teatri d’Opera di tutto il mondo, con la qualità audio che nessun “home Theatre” potrà mai avere.

Per info: 3285812312

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *