Roma dimenticata all’Expo 2020. Grave dimenticanza come quella della mancata candidatura della Capitale a sede del Tribunale europeo dei Brevetti

Comunicato stampa

Roma 26 febbraio 2020

Il Comitato Roma 150: Il Comune convochi con urgenza una seduta sui festeggiamenti di Roma Capitale

Il Comitato Roma 150 apprende da organi di stampa, con relativa sorpresa, di un nuovo atto autolesionistico ai danni dell’immagine dell’Italia stessa e della sua Capitale. Questa volta trattasi non di una dimenticanza sulla cronologia storica, ma di una sulla geografia. L’esclusione di Roma dalla presentazione ufficiale italiana e dagli stand per l’EXPO 2020 a Dubai è infatti una brutta figura internazionale che chiamerebbe in causa questa volta il Governo. Istituzione che non ha ancora provveduto a sostituire l’apposita struttura presso la Presidenza del Consiglio per le Celebrazioni nazionali. L’unica, questa struttura, che seriamente potrebbe risolvere efficacemente l’impasse delle competenze tra Comune di Roma e Stato.

Prendiamo atto con soddisfazione e piacere della mobilitazione del Comune di Roma con una mozione, finalmente trasversale, per valorizzare il ruolo della Capitale.

Ci è inoltre particolarmente gradito il richiamo del Presidente dell’Assemblea capitolina ai 150 anni del’Unità d’Italia, ma vorremmo nel frattempo ricordare agli onorevoli consiglieri comunali, che ancora non è stata convocata alcuna seduta del Consiglio comunale sul tema dei festeggiamenti e davvero non riusciamo a capire che cosa si aspetti a farlo. Non è dato poi conoscere il programma annunciato in occasione del Concerto al Teatro dell’Opera di Roma, il 3 febbraio u.s.

Il ritrovato e condiviso entusiasmo del Consiglio comunale di Roma ci trova in prima linea, e allora nessuno dei signori consiglieri, crediamo, avrà a dolersene se ci permetteremo di ricordare loro un’altra inspiegabile, clamorosa dimenticanza: per l’assegnazione della strategica sede del Tribunale europeo dei Brevetti, Roma non è a tutt’oggi candidata, trattandosi di una faccenda –apprendiamo da organi si stampa- lasciata esclusivamente alle città di Torino e Milano.

per info. 3285812312

Scarica il comunicato in pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *