Mcdrive alle Terme di Caracalla. Il Comitato Roma150 chiede soluzioni “slow food” e dice no al parking auto

Dichiarazioni del Presidente del Comitato Roma150, Andrea Costa, circa la annunciata apertura di un McDRIVE (fast food per automobilisti) a ridosso dell’area archeologica e naturale delle Terme di Caracalla:

Nel merito del progetto e della destinazione d’uso, posso far rilevare innanzitutto che la struttura per cui sarebbe stato rilasciato dalle competenti autorità il nulla osta non è un Bistrot. Neanche nell’etimo originario come nella realtà odierna, caratterizzante questi  tipici locali parigini dagli spazi angusti, con 4 tavoli e un servizio informale…Si tratterebbe piuttosto di un fast food, inevitabile attrattore di bivacchi e perdigiorno e di quel turismo low-cost, solitamente trasportato da grandi pullman, in una zona fin qui risparmiata dalla movida.

Come se non bastasse, ecco il servizio ‘in automobile’ -previa trasformazione di grandi superfici adibite a verde e a coltura in parcheggi a raso- senza neanche l’incomodarsi ad aprire lo sportello, magari per una passeggiata. Magari per il rendersi conto di sostare in un’area naturale ed archeologica unica al mondo e non in uno dei tanti non-luoghi, dietro a chissà quale supermercato, cine-multiplex  fuori dal Raccordo o nei paesaggi della desolazione Made in USA.

In un attimo si cancellano decenni di battaglie per la cultura slow food, l’unica veramente compatibile con cultura e paesaggi italiani, per precipitare il turismo mordi e fuggi (in auto e pullman), direttamente all’interno di ambiti archeologici e naturalistici fin qui risparmiati. Un precedente pericoloso per ogni parco o Villa storica romani, tutelati dall’Unesco e dalla Carta internazionale di Firenze.

Il Comitato Roma 150 unisce la sua voce a quella di tutte le associazioni e a i comitati che in queste ore dimostrano perplessità sul progetto, in particolare, chiediamo che quelle del Ministro ai Beni culturali Bonisoli trovino conseguenti provvedimenti attraverso gli organi di tutela, fedeli ai principi di tutela sigillati nell’art.9 della Costituzione.”

 

Per info:
328 5812312